mercoledì 23 gennaio 2013

Dramma femminile: la fototessera.

Pubblicato da Parola di cRi..! a 22:26
E poi nella vita di una donna arriva uno dei tantissimi momenti tragici: il rinnovo della carta d'identità. Tragico perché dietro questa scadenza si nasconde il nemico numero uno: la fototessera. Fin'ora non ho mai conosciuto una persona che andasse orgogliosa della propria foto sul documento. A parte me. Sì, esatto. Sono venuta fuori proprio figa in quella foto, e nonostante siano passati quasi 5 anni da quello scatto, ricordo benissimo quel giorno, o meglio, quel periodo. Avevo rotto da poco con il mio ragazzo ed erano giorni che non facevo altro che piagnucolare qua e la. Fin quando non ho deciso di darci un taglio ed ho fatto quel che ogni donna che vuol darci un taglio fa: tagliato i capelli. Nessun cambio radicale, però. Sarà per questo che poi con il tipo di cui sopra ci sono tornata? Non si sa... fatto sta che lui adesso è felicemente (?) sposato...ma con un'altra. Ma stiamo divagando. Dicevo, quella foto non era altro che il risultato di un momento di pausa nel mio struggimento amoroso. Espressione seria, giusto quel filo di matita (ero ancora una make-up sober) e via! Questa foto mi ha accompagnata per 5 anni. 5 anni in cui ho orgogliosamente mostrato il mio documento senza alcuna esitazione, anzi. 

Ma ora è giunto il momento di rinnovare, e allora con l'occasione ho nuovamente dato un taglio ai capelli, che non si sopportavano più di quanto erano lunghi, tanti, pesanti e nodosi. Non che vada particolarmente orgogliosa del nuovo taglio, c'è qualcosa che non mi quadra. Volevo un ciuffo un po' più lungo di quello che è, ovvero un ciuffo corto simil frangia. Ma poco male, del resto ho una ricrescita molto veloce, rimedierò.
Ma questa volta il dramma è stato un altro: il make-up. Ho passato il pomeriggio a chiedermi quale fosse il make-up adatto all'occasione, ed alla fine ho optato per quanto di più naturale potessi fare.
Sulla palpebra ho messo il primer potion e poi ho spolverato su tutta la palpebra l'ombretto di Kiko n.130 per opacizzare la palpebra e renderla omogenea. Nella rima interna sono andata di Perversion di Urban Decay e poi abbondante mascara: una passata di mascara trasparente, una di quello con le fibre e per finire uno di essence. Ora penserete: alla faccia della naturalezza! Ma vi assicuro, trattasi semplicemente delle mie ciglia particolarmente indomabili.

Sulle labbra ho indossato solo il Craving di MAC, un colore abbastanza vicino a quello delle mie labbra.
Sul viso ho usato la BB Cream di Garnier, blush di Nevecosmetics ed ho poi fissato il tutto con la cipria hd di elf.


Il make-up era impeccabile, ma non mi sono esercitata sulla posa. Meno male che il fotografo mi conosce ed ha fatto ben 10 scatti dai quali abbiamo poi scelto quella definitiva, aka la meno peggio.


E niente, i prossimi 5 anni saranno meno sereni.

                                                                                              Parola di cRi..! ^_^

0 commenti:

Posta un commento

 

Parola di cRi..! Template by Ipietoon Blogger Template | Gift Idea